Secondaria di II grado

 

Come usare le prove INVALSI in aula

progetto scientifico-didattico: prof. Giorgio Bolondi

Durante il corso saranno presentati il Quadro di Riferimento dell'INVALSI e i Framework delle valutazioni internazionali in matematica, inoltre saranno discusse le relazioni tra questi quadri e le Indicazioni nazionali per il primo ciclo, così come riviste nel 2012, e gli assi culturali per il secondo ciclo.
Ci si soffermerà sui principali strumenti di valutazione e documentazione in matematica; in particolare, sui principi di costruzione e valutazione di una prova standardizzata.
L’obiettivo del corso è capire come usare in modo proficuo le prove INVALSI in aula.

Reset geometria! Un nuovo modo di "fare" geometria

progetto scientifico-didattico in italiano: dott. Alessandro Gambini (progetto originale del prof. Istvan Lénárt)

Che cos'è una linea retta? Che cos'è un angolo? E un triangolo? Siete sicuri di conoscere bene le definizioni di questi oggetti? Il curriculum di geometria è basato totalmente sui concetti e le costruzioni della geometria euclidea. Le sfere di Lénárt sono strumenti didattici efficaci per capire le basi della geometria non-euclidea e "ripensare" alla definizione degli oggetti geometrici. Queste attività che chiamiamo di geometria comparativa permettono ai ragazzi esplorare un nuovo mondo e nello stesso tempo di capire meglio la geometria piana, guardandola da un punto di vista diverso. L'uso delle sfere si può adattare ad ogni livello scolastico e per gli studenti della secondaria di secondo grado è possibile introdurre con le sfere di Lénárt anche le basi della geometria iperbolica.

I giochi di strategia

progetto scientifico-didattico: prof. Giorgio Bolondi

I giochi classici di strategia (da quelli adatti anche a bambini come Forza Quattro Othello, a quelli adatti a ragazzi più grandi come HexMasterMind,Backgammon…, ad altri ancora realizzabili anche solo con carta e penna) offrono l’occasione per lavorare sullo sviluppo delle capacità logiche degli studenti. Come proporli, come utilizzarli, come renderli delle vere e proprie palestre di logica.

Fare matematica con i giornali

progetto scientifico-didattico: prof. Giorgio Bolondi

Gli insegnanti di quasi tutte le discipline utilizzano spesso quotidiani e riviste per trovare spunti per il proprio lavoro. Eppure, la disciplina che più pervade le pagine dei giornali è la matematica. Lavorare sui giornali può permettere di ribaltare le routine didattiche, e ridare senso a una attività (la matematica scolastica) che spesso agli occhi dei ragazzi appare purtroppo priva di significato.

Diagnosticare le difficoltà

progetto scientifico-didattico: prof. Giorgio Bolondi

Quando un bambino non riesce in matematica le cause possono essere molteplici. Attraverso l’esame di casi si cercherà di mettere gli insegnanti in condizione di riconoscere e distinguere le difficoltà dei propri studenti, e costruire una strategia per provare a rimediare ad esse.

La matematica in Dante Alighieri

progetto scientifico-didattico: prof. Bruno D’Amore

Nella Commedia c’è una quantità incredibile di matematica che risulta essere di buon livello e necessaria allo sviluppo della narrazione; ma scoprirla è un affare misterioso che affascina chiunque, studenti ed insegnanti, di matematica e di lettere.

Leonardo da Vinci e la matematica

progetto scientifico-didattico: prof. Bruno D’Amore

Leonardo è stato il prototipo del genio universale, ma ha avuto con la matematica un rapporto conflittuale, grandi intuizioni e crolli clamorosi. Un’analisi meticolosa dell’opera matematica del grande Leonardo aiuta a scoprire chi erano i matematici suoi contemporanei e che tipo di matematica si praticasse allora.

Elementi di didattica della matematica

progetto scientifico-didattico: prof. Bruno D’Amore

La disciplina “didattica della matematica” richiede uno studio specifico, dato che non coincide con la matematica né con la psicologia o con la pedagogia. I suoi elementi possono essere appresi ma poi vanno studiati e coltivati, per poterli vedere in azione nella pratica d’aula. Essa non coincide con l’esperienza, dato che costituisce una vera e propria disciplina a sé stante.

La matematica è (davvero) dappertutto

progetto scientifico-didattico: prof. Bruno D’Amore

Un affascinante viaggio nei diversi campi del sapere umano, dalle scienze naturali, alla poesia, alla pittura, alla letteratura… alla ricerca della matematica nascosta. Pittori, artisti, scrittori, scienziati… usano la matematica, spesso in modo esplicito, portando a grande sorpresa quando essa è riconosciuta e mostrata.